Della mia esperienza alla prima edizione della  #GalleriadelsaporeCirio vi ho già ampiamente parlato, veniamo dunque alla ricetta che “misteriosamente” ho realizzato. 

Noi tutti “blogger partecipanti” siamo stati invitati a scegliere una postazione nella confortevole cucina del Gambero Rosso. In ogni postazione c’era un cestino coperto da un bello strofinaccio bianco contenente “La Polpa Più” di Cirio, il nuovo prodotto, che venivamo invitati a provare e due ingredienti “misteriosi” diversi per ognuno di noi, a questi potevamo aggiungere una varietà d’ingredienti disponibili “in dispensa”.

Lo chef Luca Ogliotti a questo punto ci ha invitati a partecipare a una breve lezione, in cui ci ha illustrato tutte le caratteristiche del nuovo prodotto Ciro.

Tra queste caratteristiche, quelle che mi hanno colpito di più è la densità di questo prodotto, la possibilità di poter gustare il prodotto quasi crudo perché adatto a cotture veloci e il fatto che si accompagni bene a verdure…

Tornata in postazione e aperto il cestino ho scoperto i miei ingredienti “misteriosi”…burrata e semi di cumino! 

Alla vista degli ingredienti sono rimasta attonita e ho pensato: “la burrata in genere preferisco gustarla in purezza (è talmente buona!), il cumino è una spezia che generalmente non uso…aiutoooo cosa cucino???”

Alla fine ho deciso di fare un piatto semplice cercando di esaltare il gusto del “La Polpa Più”

Il piatto realizzato l’ho chiamato W l’Italia dati i colori e la realtà che mi circondava. (Nord e Sud uniti da giovani meravigliosi!). Oggi, per chiarire meglio le idee di chi vuole provare ad eseguire questa ricetta, potremo chiamarla Saccottini ripieni di melanzane e burrata su salsa di pomodoro al cumino…

Rispetto a quella presentata allo chef Luca Ogliotti quel pomeriggio ho fatto piccole modifiche nell’esecuzione per meglio esaltare i vari gusti.

 

W l'Italia...saccottini ripieni di melanzane e burrata su salsa al cumino.

Ingredienti per circa 12 sacchettini

 

Per le crepes:

3 uova

30  g di burro sciolto

500 ml di latte

200 g di farina “O”

 

Per il ripieno:

3 melanzane di media grandezza

1/2 cipolla

Semi di cumino

Una “burrata”

Una scatola di “La Polpa Più” Cirio

Sale

Basilico

Olio evo

Olio per friggere

Un porro (o fili di erba cipollina o semplice spago da cucina)

 

Procedimento:

 

Prepariamo il composto per le crepes, in un contenitore capiente apriamo le uova e con l’aiuto di una frusta, a mano o elettrica, sbattiamole senza però montarle. Aggiungiamo la farina setacciata, il burro, il latte e i sale. Lasciamo riposare per circa un’ora.

Tagliamo le melanzane a cubetti e mettiamole in acqua, con un poco di farina, per circa un ora. 

Prepariamo ora la salsa che accompagnerà il sacchettino, in una padella versiamo un filo d’olio evo, la cipolla tagliata finemente e un cucchiaino di semi di cumino (senza esagerare) e lasciamo sul fuoco imbiondire la cipolla, a questo punto aggiungiamo metà della salsa contenuta nella lattina del “La Polpa Più Cirio”. Aggiustiamo di sale e lasciamo cucinare per circa 8 minuti, la salsa dovrà essere quasi cruda ma ben aromatizzata.

Prendiamo due o tre foglie verdi del porro e sbollentiamole in acqua bollente. Passiamole in acqua ghiacciata e sfilacciamole nel senso della lunghezza in modo da ottenere dei fili che ci permetteranno di chiudere il nostro sacchettino.

Prepariamo le crepes con l’apposita padella (ricordatevi di ungerla con il burro prima di iniziare!) e friggiamo le melanzane dopo averle sciacquate e ben strizzate.

Versiamo l’altra metà della salsa in una padella, lasciamo cucinare per qualche minuto, aggiungiamo le melanzane fritte, saliamo e continuiamo la cottura per far ben amalgamare le melanzane. Lasciamo raffreddare aggiungendo una bella manciata di basilico fresco.

Tagliamo la parte esterna della burrata a striscioline avendo cura di conservare la parte interna.

Prepariamo il ripieno unendo alle melanzane, le striscioline di buratta e un paio di cucchiai di parmigiano. Al centro di ogni crepes mettiamo un poco di ripieno e chiudiamole con il filo preparato in precedenza con il porro.

Disponiamo tutti i sacchettini in una teglia leggermente imburrata e con l’aiuto di un pennello ungiamoli leggermente. Mettiamo la teglia in forno a 180° in forno caldo per circa 10 minuti.

Prepariamo i piatti di portata disponendo da un lato,un poco di salsa con sopra la parte interna della buratta e dall’altro il sacchettino ormai caldo.

 

 

 



Contatti

Incucinaconziapia