Marzo 2012

Tanti anni fa ho assaggiato in occasione di un pranzo in cui “ognuno porta qualche cosa” questo piatto (fatto da Maria) e da allora lo ripeto con regolarità, perché è facile, veloce e tutti ti chiedono ammirati, ma come hai fatto? Se volete complicarlo un poco potete fare da voi le tagliatelle, altrimenti le comprate!

Anello di tagliatele con piselli in crosta di prosciutto

 

Ingredienti:

 

1 kg di tagliatelle

300 gr di piselli

1 cipollina fresca

Pancetta magra a dadini

150 gr di parmigiano grattato

4 uova

300 gr di prosciutto cotto tagliato in fette intere

60 gr di burro (ottimo)

300 gr di fior di latte asciutto (lo compriamo due giorni prima)

Pangrattato

Uno stampo a forma di ciambella

 

Procedimento:

 

Mettiamo una noce di burro e un poco di olio in una pentola,

aggiungiamo la cipolla tagliata sottile, la pancetta e lasciamo soffriggere.

Uniamo i piselli, saliamo e portiamo a cottura.

La cottura dei piselli la possiamo anticipare di un giorno.

Lessiamo le tagliatelle in abbondante acqua salata, scoliamole e condiamole con il burro.

Apriamo in una capiente insalatiera le uova, aggiungiamo il sale e con la forchetta lavoriamo le uova. Uniamo il parmigiano e le tagliatelle avendo cura di amalgamarle bene.

Prepariamo il nostro stampo foderandolo con il prosciutto cotto.

Mettiamo metà delle tagliatelle nello stampo,

aggiungiamo i piselli,

il fior di latte

e copriamo con le tagliatele rimaste.

Spolveriamo con pangrattato, (nella foto non c'è, ma ci vuole) rigiriamo i bordi del prosciutto

e inforniamo a 180° per circa 45 minuti. Tiriamo fuori dal forno, aspettiamo 10 minuti e capovolgiamo su un piatto da portata. 

 

Per la decorazione:

Volendo possiamo cucinare più piselli e riempire con essi il buco al centro della ciambella.

 


Argomento: 6: anello di tagliatele con piselli in crosta di prosciutto

Data: 07.03.2012

Autore: maria continisio

Oggetto: anello di tagliatelle

Una mia cara amica realizza la stessa ricetta foderando lo stampo con foglie di radicchio rosso, sistemandole bene accavellate: l'effetto cromatico è garantito, il sapore è meno invasivo e - a mio parere - il piatto risulta anche più leggero. Provare per credere... Un bacio forte e complimenti

Rispondi

—————