Giugno 2013

 Una cosa che ho visto fare dalla mia mamma fin da piccola sono le marmellate, mi ricordo che per merenda a scuola portavo pane e marmellata e nelle mie merende pomeridiane non mancavano succhi di frutta fatti da lei. Mamma ha un debole per le conserve ne faceva di ogni specie, oggi non sempre ha la forza di prepararle ma sa bene che mi piace seguire le sue orme e dunque quest’anno è andata fino a Maddaloni per comprare ciliegie “non trattate” e le ha portate direttamente a casa mia!

Marmellata di ciliegie

 

 

Ingredienti:

 

Ciliegie

Zucchero

Limone o cannella

 

 

Dosi:

 

Per le dosi possiamo considerare, per ogni chilo di ciliegie private dei semi, circa 700 g di zucchero. Il mio consiglio però è quello di provare la frutta perché se è già dolce possiamo ridurre lo zucchero anche a 500 g. Attenzione a non ridurre troppo lo zucchero che serve in ogni caso a conservare la frutta.

 

Procedimento:

Laviamo accuratamente le ciliegie e lasciamole sgocciolare. Togliamo i noccioli e riponiamo in una casseruola. Aggiungiamo lo zucchero.

A questo punto secondo il nostro gusto possiamo scegliere di aggiungere o la buccia di un limone con il succo o una spolverata di cannella.

Lasciamo riposare per almeno sei ore, io la lascio riposare l’intera notte. Mescoliamo bene, togliamo la buccia del limone e poniamo sul fuoco. Appena si formerà la “schiuma” togliamola, lasciamo cucinare per circa due ore a fuoco lento girando di tanto in tanto.

Attenzione alla cottura, rimane in genere molto liquido che sembra non rapprendersi, invece una volta fredda s’indurisce!!

Versiamola bollente in barattoli ben puliti, chiudiamoli e conserviamoli al contrario, uno vicino all’altro, in una coperta per farli raffreddare gradatamente. Consumiamo non prima di un mese, le marmellate devono riposare.

 

Argomento: 20: marmellata di ciliegie

Nessun commento trovato.