Sono stata senz’altro fortunata nella mia infanzia perché sono cresciuta con molti Nonni che mi hanno coccolato e insegnato tanto.

Molti vi starete chiedendo? Sì

Ancora oggi che ho quasi 45 anni ho ancora un nonno di ben 89 anni, il papà di mia madre... quando sono nata avevo due trisavoli, tre bisnonni e 3 nonni!

Le mie nonne hanno inciso molto nella mia vita e a entrambe devo molto.

La ricetta che segue è della nonna paterna di cui con orgoglio porto il nome. 

Una donna forte, nata nel 1899 che ha vissuto entrambe le guerre dello scorso secolo e che ha per prima fatto una vera rivoluzione con la sua vita. Ha saputo conciliare il suo lavoro con l’essere madre, il che, a quei tempi, non era proprio facile. Donna colta con particolare amore per la matematica ha lavorato insegnando per anni e ha cresciuto ben dieci figli. Purtroppo ha avuto tanti dolori, ha perso alcuni figli, è rimasta vedova ma sempre ha continuato a combattere e si è arresa solo a una brutta malattia della mente che me l’ha tolta prima della sua vera morte.

Lei mi ha aiutato ad amare lo studio, a non arrendermi, mi ha insegnato come comportarmi e soprattutto a fare bene quello che si deve fare, anche nelle cose semplici.

Non era una gran cuoca ma quei pochi piatti che faceva erano spettacolari.

La pizza che segue è uno dei suoi piatti, semplice negli ingredienti, ma per farla ci voleva allora tanto lavoro, direbbe l’altra nonna tanto “olio di gomito”. Bisognava lavorarla tanto e non c’era certo la planetaria!! La versione che segue è proprio scritta da lei...

 

La pizza di "nonna Pia" 

 

 

 

 

 

Io oggi la faccio con l’aiuto della planetaria e dato che viene molto alta la farcisco anche al centro proprio come una torta. Metto sul fondo della teglia della carta forno (così sarà più facile da mettere su un piatto da portata) poi metà della pizza, la farcisco, ricopro con l’altro disco di pizza e farcisco ancora.

In realtà ho scoperto che si può farcire come più piace, un’idea potrebbe essere quella di omettere il pomodoro e riempirla di speck e formaggio cremoso.

 

 

Con questa ricetta partecipo al Contest: Il piatto della vostra nonna" del blogCucinando con Paola 

 


No comments found.