'O Mast re Chef!

 

Mi scuso con tutti voi che mi seguite con assiduità, ho pubblicato poco in questo mese di aprile, ma una ragione c’è: “O Mast re Chef!”

Cos’è? Una bella idea tutta napoletana come evidenzia il nome.

Vi riporto proprio la presentazione che gli ideatori hanno scritto su fb.

 

 

 

Trentadue concorrenti, trentuno appassionanti sfide, un solo protagonista. Il Gusto.

"Degusto - o mast re chef" è la prima gara tra cuochi non professionisti che mette a confronto creatività, gusto e simpatia.

Un pubblico di amici che può sostenere il proprio candidato o scoprire nuovi interessanti chef per un giorno.

Il ristorante Donnanna a Posillipo è il campo di gara di tutte le sfide che, solo alla fine nella finalissima di luglio, decreteranno “’o Mast re Chef”.

 

Michele Del Vecchio di Spazio Tangram - Napoli, Lucio Starace di BreakPoint ADV sono gli ideatori e - con lo staff di Sire Ricevimenti d'Autore- organizzatori di “'O mast re chef”.

 

Che siete bravi ai fornelli, questo lo sappiamo già. Ma non ci basta! Vogliamo sapere quanta voglia avete di mettervi in gioco. Infatti alla fine vincerà–oltre ovviamente per merito dell’arte culinaria- colui o colei che più brillerà e sarà disposta a raccontare al pubblico ed alla giuria i loro manicaretti, a fornire aneddoti divertenti accaduti dietro i fornelli e tanto altro ancora. Gli sfidanti, infatti, durante le gare saranno intervistati e saranno giudicati il gusto, l'equilibrio, il sapore dei piatti, l'aspetto estetico ed anche la presenza scenica degli chef.

 

 

 

Vi confesso che subito l’iniziativa mi ha colpito e affascinato, poter trascorrere un pomeriggio tra i fornelli di un ristorante è stato per lungo tempo un sogno...che il 16 aprile si è avverato!

Si, perché ho trovato il coraggio d’iscrivermi alla gara e il 16 aprile mi sono scontrata con il mio avversario Sandro Rescigno!

Vi confesso che non ho proprio avvertito la tensione della gara, tale era la gioia di poter sbirciare tra i fornelli di veri Chef! Quel giorno la cucina del ristorante era seriamente impegnata per vari eventi dei giorni seguenti, e tutti svolgevano vari compiti e preparavano cose diverse. Pentole enormi ospitavano sughi e preparazioni varie, purtroppo non ho potuto seguire proprio tutto perché ho anche dovuto preparare i miei piatti, ma come per magia mentre preparavo il mio menù per i tre giurati, loro preparavano per novanta persone il mio menù e quello di Sandro, oltre a preparare un’infinità di altre cose...

La cosa che mi ha stupito di più è stata la disponibilità e la gentilezza di tutti in cucina. Io e Sandro eravamo li perché ci piace cucinare, loro lavoravano seriamente e duramente. 

Non so se vi è mai capitato ma generalmente quando in casa mia c’é una festa i numeri dei partecipanti facilmente arrivano a 40-50 e dopo una giornata passata in cucina sono stanca e facilmente irritabile...loro disponibili, generosi e con il sorriso sulle labbra!

Mi hanno insegnato molte cose di cui ho fatto tesoro...ora so come si servono le salse, come si taglia il prezzemolo, come si emulsiona una salsa, alcune tecniche di decorazione su cui ovviamente continuerò ad esercitarmi perché, contro ogni mia previsione, ho superato la prima prova!

 

 antipasti

 primi 

 secondo

I primi piatti sono di Sandro e i secondi miei... i dolci non posso ancora mostrarveli...